ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polonia: 25 anni fa la legge marziale di Jaruzelski

Lettura in corso:

Polonia: 25 anni fa la legge marziale di Jaruzelski

Dimensioni di testo Aa Aa

Le prime cerimonie ufficiali si sono tenute ieri sera in Polonia, a 25 anni dall’instaurazione della legge marziale da parte del generale Wojciech Jaruzelski, per reprimere il sindacato anticomunista Solidarnosc. Un evento da non dimenticare per molti giovani che, indossando le divise della polizia del trascorso regime, si sono radunati all’ingresso della strada dove si trova l’abitazione dell’ex uomo forte della Polonia comunista. Al momento ricoverato in ospedale per una polmonite. Nella notte tra sabato 12 e domenica 13 dicembre 1981, il generale, all’epoca primo ministro, impose la legge marziale in Polonia, per porre fine alle attività di Solidarnosc, forte di circa 10 milioni di iscritti dopo una estate di scioperi ai cantieri navali di Danzica.

Decine di migliaia di sindacalisti e simpatizzanti furono arrestati, a cominciare dal loro capo carismatico, l’elettricista Lech Walesa. Secondo un sondaggio pubblicato nei giorni scorsi, oggi il 46% dei polacchi ritiene giustificata la proclamazione della legge marziale, soprattutto per la minaccia di un intervento delle truppe sovietiche. Fu uno sbaglio per il 30%, il 24% non ha nessuna opinione in merito.