ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza, sale la tensione dopo l'omicidio di un giudice di Hamas

Lettura in corso:

Gaza, sale la tensione dopo l'omicidio di un giudice di Hamas

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo assassinio esaspera la tensione, già altissima, nella striscia di Gaza. A cadere vittima di un agguato, a Khan Yunis, è stato il giudice islamico Bassam al Fara, ventotto anni, uno dei dirigenti del braccio armato di Hamas. Un’esecuzione che nessuno ha rivendicato, ma che Hamas attribuisce ai miliziani di Fatah, il partito del presidente Mahmoud Abbas. Tramontata l’ipotesi di formare un governo di unità nazionale, Abbas pronuncerà sabato un discorso per fare il punto della situazione.

“Condanniamo questo crudele assassinio nel modo più fermo – dice un portavoce di Hamas – e assicuriamo che il responsabile la pagherà cara”. In una spirale di caos che rischia di avvitarsi sempre di più, migliaia di membri delle forze di sicurezza di Fatah hanno marciato fino all’ufficio del presidente, a Gaza, per chiedergli di licenziare il governo di Hamas.

Da due giorni, a Gaza i negozi sono chiusi per uno sciopero generale imposto da Fatah, dopo l’assassinio, lunedì, dei tre figli di un colonnello dei servizi segreti fedele ad Abbas. Un episodio che ha infiammato gli animi, spingendo anche donne e ragazzi a scendere in piazza per protestare contro il caos e la violenza dilaganti nei territori.