ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si inaspriscono le tensioni tra i militanti islamici somali e l'Etiopia

Lettura in corso:

Si inaspriscono le tensioni tra i militanti islamici somali e l'Etiopia

Dimensioni di testo Aa Aa

Sette giorni per lasciare la Somalia, o sarà guerra. Il movimento militante islamico somalo ha lanciato l’ultimatum alle truppe etiopiche che hanno attraversato la frontiera per proteggere il debole governo transitorio. Un avvertimento che potrebbe aggravare la situazione già difficile del paese africano, alle prese, dalla scorsa estate, con una guerra civile. Le Corti islamiche non riconoscono il governo di transizione che controlla solo la città di Baidoa. La capitale, Mogadiscio, è invece in mano alle milizie islamiche.

L’Etiopia guarda con preoccupazione ció che accade in casa del vicino perchè la creazione di una Repubblica islamica rischierebbe di scardinare i suoi già precari equilibri interni.

Il 6 dicembre scorso il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha votato una risoluzione che autorizza una missione militare di pace regionale in Somalia, di cui non dovrebbero far parte soldati di paesi confinanti.