ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Onori militari senza rito di stato per i funerali di Augusto Pinochet


Mondo

Onori militari senza rito di stato per i funerali di Augusto Pinochet

Familiari, sostenitori e nostalgici hanno presentato l’estremo saluto all’ex dittatore cileno: in contemporanea, la contro-cerimonia dei familiari dei desaparecidos davanti alla tomba del presidente socialista Salvador Allende, rovesciato con il colpo di stato del 1973. Durante la messa, nel Patio Alcapatal della Scuola militare, è stato fischiato l’ingresso dell’unico rappresentante del governo, il ministro della difesa
Vivianne Blanlot.

Le forze dell’ordine sono state allertate in tutto il paese nel timore di scontri: domenica scorsa l’annuncio della morte dell’anziano generale, aveva portato a scene di giubilo poi degenerate e terminate con almeno feriti e arresti. Caserme ed edifici militari sono stati autorizzati ad esporre le bandiere a mezz’asta. Spagna e Francia non hanno inviato alcun rappresentante ufficiale alle esequie.

Da ieri mattina sessantamila persone hanno sfilato davanti al feretro, secondo la prefettura. L’afflusso è stato tale che la camera ardente è rimasta aperta nove ore piu’ del previsto.

Ieri trecento manifestanti hanno cercato di dirigersi verso il palazzo presidenziale della Moneda: un corteo non autorizzato disperso dalla polizia. Tra le persone arrestate, anche la presidente del Movimento dei familiari dei desaparecidos cileni, Lorena Pizarro.

L’ex dittatore cileno è morto domenica mattina a 91 anni per i postumi dell’infarto che lo aveva colpito una settimana fa. Inseguito da accuse per violazione di diritti umani, corruzione e appropriazione indebita, Pinochet è morto senza aver affrontato alcun processo.