ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: l'opposizione minaccia di passare alle maniere forti

Lettura in corso:

Libano: l'opposizione minaccia di passare alle maniere forti

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata una nuova grande dimostrazione di forza di Hezbollah e dei suoi alleati: centinaia di migliaia di persone in piazza a Beirut, in una tra le più imponenti manifestazioni della storia del paese. E la protesta potrebbe diventare più dura, minaccia l’opposizione. Abbandoneremo i metodi pacifici, ha detto il generale cristiano Aoun, e formeremo un governo di transizione. Da dieci giorni l’opposizione occupa la piazza davanti al governo, dove, protetti da filo spinato e esercito, restano trincerati Siniora e i suoi ministri.

Uno spiraglio potrebbe aprirsi tuttavia sul fronte diplomatico: rappresentati della lega araba, dicono che Hezbollah ha accettato la loro offerta di mediare. Amr Moussa sarà a Beirut domani. Ma sulla piazza il numero due di Hezbollah, Naim Kassem ha promesso una protesta a oltranza.

Ieri a Beirut, famigliari e personalità della maggioranza anti siriana ricordavano l’assassinio del giornalista e critico di Damasco Giubran Tweny, un anno fa. In molti, tra i sostenitori del premier Siniora, accusano la Siria dell’attentato che uccise Rafik Hariri. E credono che l’opposizione con il suo movimento voglia soprattutto ostacolare la formazione di un tribunale internazionale.