ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Lega araba tenta una mediazione nella crisi libanese

Lettura in corso:

La Lega araba tenta una mediazione nella crisi libanese

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre uno spiraglio nella crisi politica che da più di dieci giorni paralizza il Libano. La proposta di mediazione della Lega araba ottiene il sostegno della Siria. A dirlo è l’inviato sudanese Mustafa Uthman Ismail, che oggi ha guidato l’iniziativa diplomatica a Damasco e poi a Beirut, dove si è intrattenuto con il premier Fouad Siniora.

Applaudito dai suoi sostenitori, ma politicamente isolato dalle forze di opposizione, guidate dal partito filosiriano Hezbollah, Siniora ha ribadito la sua disponibilità al dialogo. La soluzione negoziale proposta dalla Lega araba comporta concessioni da entrambe le parti: la formazione di un governo di unità nazionale, elezioni legislative anticipate e la creazione di un tribunale internazionale per fare luce sull’omicidio dell’ex premier Rafiq Hariri.

Prosegue intanto la mobilitazione di fronte al palazzo del governo. Ieri centinaia di migliaia di libanesi hanno manifestato contro l’esecutivo, rispondendo all’appello del partito di Dio.

L’iniziativa diplomatica passa domani al segretario della lega araba, Amr Mussa, in visita a Beirut.