ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazione oceanica a Beirut contro il governo Siniora

Lettura in corso:

Manifestazione oceanica a Beirut contro il governo Siniora

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono in centinaia di migliaia e promettono che è solo l’inizio. Le due piazze centrali di Beirut, di fronte al palazzo del governo, sono ormai debordanti di sostenitori di Hezbollah e dei suoi alleati che accusano il premier Siniora di essere un fantoccio nelle mani degli americani. È la manifestazione colossale preannunciata dall’opposizione, e i partecipanti giurano che se necessario andranno avanti per mesi, fino a far cadere il governo anti-siriano.

Intorno al Gran Serraglio, dove da 10 giorni restano assediati i ministri, le forze della sicurezza hanno moltiplicato i giri di filo spinato e sono pronte a intervenire se la situazione degenerasse.

Hezbollah promette, nei prossimi giorni, di bloccare le strade e paralizzare l’aeroporto e le amministrazioni, incitando alla disobbedienza civile.

L’opposizione reclama la formazione di un governo di unità nazionale. Una richiesta che per Fuad Siniora cela in realtà un altro obiettivo: quello di impedire l’istituzione di un tribunale internazionale che indagherebbe sulla morte di Rafik Hariri, del cui attentato è fortemente sospettata Damasco.