ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro: l'ultima proposta turca all'esame degli europei

Lettura in corso:

Cipro: l'ultima proposta turca all'esame degli europei

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorpresa di Natale dei turchi, aprire un porto e un aeroporto ai greco-ciprioti per evitare una sospensione parziale dei negoziati di adesione, fa discutere oggi a Bruxelles i rappresentanti dei 25. L’offerta è già stata respinta da Cipro. E i cittadini della parte greca sembrano concordare: “Questa proposta turca dei porti e degli aeroporti è solo un gioco. Dovrebbero invece trovare una vera soluzione per Cipro. Così turchi e greci potrebbero avere un’esistenza normale. Se l’esercito turco lasciasse l’isola, potremmo vivere finalmte tutti in pace”.

Cipro è divisa dal ’74, da allora i tentativi di risolvere il contenzioso si sono susseguiti e sono stati sempre bloccati dai veti incrociati. Le mentalità non sembrano ancora sul punto di cambiare: “Li aprano questi porti, ma i greco-ciprioti dovranno dare in cambio qualcosa. Non dovrebbero vederlo come un diritto acquisito”.

I turchi sembrerebbero puntare all’uscita della Cipro turca dall’isolamento commerciale, in particolare con la ripresa degli scambi diretti fra l’Europa dei 25 e il porto di Famagosta e l’aeroporto di Ercan. A Greci e francesi, fra i meno entusiasti alla prospettiva di un ingresso della Turchia nell’Unione sono rimasti freddi, reclamando chiarimenti, Gran Bretagna, Spagna e Svezia, che sono sulla posizione opposta hanno parlato di un passo avanti.