ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scaramella dimesso dall'ospedale senza sintomi

Lettura in corso:

Scaramella dimesso dall'ospedale senza sintomi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul caso Litvinenko la polizia britannica non parla più semplicemente di morte sospetta ma di omicidio. Le indagini sull’avvelenamento a Londra dell’ex agente segreto del Kgb proseguono anche in Russia. Critico nei confronti del Cremlino, Alexander Litvinenko prima di morire per gli effetti del Polonio 210, un isotopo radioattivo, aveva accusato lo stesso presidente Vladimir Putin di aver ordinato la sua eliminazione. Spediti a Mosca, gli investigatori di Sua Maestà hanno trovato tracce di radiazioni anche all’ambasciata britannica, dove il 23 novembre si era recato Andrei Lugovoy, uno dei due russi che avevano incontrato Litvinenko il giorno dell’avvelenamento.

La polizia britannica ieri ha potuto interrogare il secondo, Dmitri Kovtun, mentre l’ex agente segreto Lugovoy – che è in ospedale per controlli sulla radiottività – potrebbe essere ascoltato oggi. I due, che si dicono estranei alla vicenda dell’avvelenamento, videro Litvinenko al Millenium Hotel di Londra prima che l’ex spia si intrattenesse per pranzo con il consulente italiano Mario Scaramella.

Quest’ultimo è stato dimesso ieri dall’ospedale senza sintomi. Scaramella era stato ricoverato a Londra venerdì scorso dopo che nel suo corpo era stata rilevata la presenza di Polonio 210, in quantità – pare tuttavia di capire a questo punto – incapace di far danni.