ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia accetta di aprire un porto e un aeroporto alle merci di Cipro

Lettura in corso:

La Turchia accetta di aprire un porto e un aeroporto alle merci di Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

Sotto la minaccia di un congelamento dei negoziati di adesione all’Unione Europea, la Turchia accetta di aprire uno dei suoi porti marittimi e uno dei suoi aereoporti al traffico proveniente da Cipro. Lo ha confermato la presidenza finlandese dell’Unione, sostenendo di aver ricevuto ieri un comunicato in tal senso da Ankara. Il governo turco è invece più reticente, sostenendo che le trattative sono ancora in corso. Finora la Turchia si è sempre opposta a estendere a Cipro, che dal 2004 è membro dell’Unione, gli stessi accordi di libera circolazione delle merci applicati agli altri paesi europei. Ieri, il primo ministro turco Erdogan aveva detto di non voler rinunciare ai negoziati di adesione e aveva suggerito di avere ancora degli assi nella manica per evitare uno stallo.

A partire da lunedì, il dossier sarà discusso dai ministri degli esteri europei, che sulla questione sono piuttosto divisi. Una decisione sarà presa il 14 e il 15 dicembre, in occasione del Consiglio europeo. Facendosi interprete della posizione di Francia e Polonia, martedi’ scorso il cancelliere tedesco Angela Merkel aveva dato diciotto mesi di tempo al governo turco per mettersi in regola con il protocollo di Ankara.