ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proclamato lo stato di emergenza alle Figi, dopo la presa del potere dei militari

Lettura in corso:

Proclamato lo stato di emergenza alle Figi, dopo la presa del potere dei militari

Dimensioni di testo Aa Aa

I militari del comandante Frank Bainimarama hanno proclamato lo stato d’emergenza nelle isole Figi, dopo il colpo di stato con cui hanno rovesciato il governo eletto del premier Laisenia Qarase. Occupato il parlamento, hanno fatto sgomberare l’aula, mentre era in corso una mozione di condanna del colpo di stato. La senatrice Lavinia Wainigolo Padarath. “E’ un giorno triste per le Figi. Ma possiamo solo aspettare. Per il momento, le forze armate sono le sole ad avere il potere. Vedremo che cosa succederà”.

Il primo ministro Qarase è stato deposto e scortato in aereo a Mavana, sua isola natale. Qui è circondato dai membri del suo gabinetto. Al suo posto, Bainimarama ha fatto prestare giuramento come premier ad interim a un medico civile privo di qualunque esperienza politica.

Nelle strade della capitale Suva, la situazione resta tranquilla e per il momento non ci sono stati spargimenti di sangue. Ma i media locali già lamentano la stretta dei militari sulla libertà di informazione. L’arcipelago delle Figi, paradiso turistico circondato dall’Oceano pacifico, non è nuovo ai colpi di stato. Quest’ultimo è il quarto in vent’anni. L’instabilità politica delle isole Figi nuoce soprattutto al turismo, principale fonte di entrate. Gli hotel sono rimasti vuoti e le prenotazioni cancellate.