ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paraguay, i familiari delle vittime del supermercato tentano il linciaggio dei giudici

Lettura in corso:

Paraguay, i familiari delle vittime del supermercato tentano il linciaggio dei giudici

Dimensioni di testo Aa Aa

Violenti scontri sono scoppiati in Paraguay al termine di un processo per l’incendio in un supermercato che fece 350 morti. I familiari delle vittime si sono scagliati contro i giudici del tribunale di Asuncion dopo la condanna per omicidio colposo del proprietario del supermercato, di suo figlio e di un agente di sicurezza. La pena, un massimo di sette anni, è stata ritenuta troppo lieve da coloro che hanno partecipato alle violenze.

Gli scontri sono poi continuati all’esterno del tribunale e si sono conclusi con un bilancio di 31 feriti e di 30 arresti. Nell’agosto 2004 un incendio si sviluppò in un ristorante all’interno del supermercato e si propagò poi a tutta la struttura facendo crollare il tetto. Oltre alle 350 vittime ci furono anche 400 feriti gravi. Secondo il pubblico ministero i responsabili della struttura avevano chiuso le uscite di sicurezza per impedire eventuali saccheggi. Tesi non accolta dal collegio giudicante.