ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush tenta la riconciliazione tra i partiti iracheni

Lettura in corso:

Bush tenta la riconciliazione tra i partiti iracheni

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente degli Stati Uniti George Bush ha cominciato a discutere con i rappresentanti delle singole fazioni irachene. Ieri ospite della Casa Bianca è stato Abdul Aziz al-Hakim, leader del più importante partito sciita, il Consiglio supremo per la rivoluzione islamica in Iraq. “Gli ho detto che non siamo soddisfatti della velocità con la quale la situazione progredisce in Iraq e che vogliamo continuare a lavorare con il sovrano governo iracheno”, ha detto Bush.

In esilio in Iran ai tempi del regime sunnita di Saddam Hussein, al-Hakim ora spinge perché la volontà della maggioranza sciita sia rispettata, senza interferenze dall’esterno. “Crediamo che le questioni irachene debbano essere risolte dagli iracheni: certo con l’aiuto degli amici di ovunque, ma siamo contrari a qualsiasi tentativo di risolvere la situazione a livello regionale o internazionale”, ha ribadito al-Hakim.

Di fronte alle violenze interconfessionali, il presidente americano sembra puntare sulla carta della riconciliazione. Dopo aver incontrato giovedì il primo ministro di Bagdad Nuri al-Maliki, Bush vedrà fra qualche settimana anche il vicepresidente iracheno, un sunnita.