ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alitalia, il governo venderà metà della sua quota: per la compagnia aerea si apre una nuova fase

Lettura in corso:

Alitalia, il governo venderà metà della sua quota: per la compagnia aerea si apre una nuova fase

Dimensioni di testo Aa Aa

Fase nuova per Alitalia. Il governo ha annunciato che dimezzerà la propria quota di partecipazione, attualmente del 49,9%, portandola quindi al di sotto della soglia di controllo. Dopo l’annuncio il titolo è balzato in borsa toccando un rialzo record del 15%. La decisione apre la strada alla possibilità che il controllo della maggiore compagnia aerea italiana possa passare dalla mano statale a quella di altri investitori.

E che quindi il nuovo maggiore azionista possa procedere con il tanto atteso processo di ristrutturazione della società che da anni registra perdite costanti. La nuova Alitalia sarà partecipata al 24,9% dal governo italiano, al 2% da Air France-Klm. Altri investitori avranno il restante 73,1%.

Le previsioni per il 2006 indicano un risultato negativo per 193 milioni di euro per la compagnia aerea che ha 2 miliardi di debiti.
La decisione apre la fase del rilancio della società, dove si annuncia un ricambio del management in particolare con la partenza dell’Ad Giancarlo Cimoli, criticato dal ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, che lo accusa di aver fallito la missione.

Il dossier Alitalia è dunque sul tavolo del governo. Prossima mossa: il bando che chiarirà i termini della cessione, a cui non è esclusa la partecipazione di una cordata italiana e di Air France-Klm.