ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dalla Russia il "veleno" per Litvinenko

Lettura in corso:

Dalla Russia il "veleno" per Litvinenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere arrivato proprio dalla Russia il veleno che ha ucciso a Londra l’ex agente del Kgb Alexander Litvinenko. La compagnia britannica British Airways ha trovato tracce di sostanze radioattive su tre suoi aerei. Non è stato specificato se si tratti effettivamente di polonio 210.

I tre Boeing 767 che sono stati messi a terra avevano fatto la spola tra Londra e Mosca tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre e avevano toccato numerose altre città europee. Per chi era vicino all’ex spia del Kgb, la notizia che il veleno veniva dalla Russia conferma le accuse pronunciate da Litvinenko morente.

“E’ drammatico ma, per essere onesti, non sono sospreso – dice Andrei Nekrasov -. Non ci sono dubbi, nella cerchia di amici di Alexander, che dietro questa vicenda c‘è la Russia, Mosca o cittadini russi. Tra i passeggeri degli aerei British Airways c‘è Andrei Lugovoi, ex agente del Kgb e ora uomo d’affari. Lugovoi ha allontanato i sospetti dicendo di essere andato a Mosca in aereo dopo avere incontrato Litvinenko il 1.o novembre, lo stesso giorno in cui la vittima si è visto con un altro russo e con l’italiano Mario Scaramella. Gli aerei contaminati hanno effettuato 221 voli nel periodo critico: i passeggeri e i membri di equipaggio che vi hanno viaggiato sono 36 mila.