ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue-Turchia: gelo dei negoziati per contrasti su Cipro

Lettura in corso:

Ue-Turchia: gelo dei negoziati per contrasti su Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione europea propone un parziale congelamento del processo di adesione della Turchia. La misura vuole essere una forma di pressione per convincere Ankara ad estendere anche a Cipro l’accordo sull’unione doganale. L’eurogoverno, nella sua consueta riunione del mercoledì, stando a fonti comunitarie, dovrebbe stabilire che il negoziato vada regolarmente avanti sui dossier sui quali non ci sono grosse differenze.

In pratica dei 35 capitoli dei negoziati una decina potrebbero venire congelati. La decisione è stata confermata all’indomani del fallimento delle trattative a Tampere con Ankara e Cipro.

La Turchia continua a tenere i suoi porti e aeroporti chiusi ai mezzi greco-ciprioti fino a quando persisterà isolamento su Cipro del Nord, la parte turca dell’isola, repubblica riconosciuta unicamente da Ankara. Per evitare lo stallo dei negoziati la presidenza dell’Unione, sotto la guida finlandese, a settembre aveva proposto di riprendere il commercio diretto tra l’Unione e Cipro del Nord in cambio dell’apertura di porti e aeroporti turchi a navi e aerei greco-ciprioti.