ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Afghanistan domina il vertice della Nato a Riga

Lettura in corso:

L'Afghanistan domina il vertice della Nato a Riga

Dimensioni di testo Aa Aa

Più truppe in Afghanistan e con meno vincoli: è la richiesta, prontamente respinta al mittente, che gli Stati Uniti hanno avanzato al vertice della Nato in corso a Riga, in Lettonia. La Spagna e l’Italia hanno detto chiaramente che non è loro intenzione aumentare i contingenti né di inviarli a combattere nel più pericoloso sud, dove – hanno specificato – sono disponibili a spingersi solo in casi di estrema urgenza, come il soccorso ai feriti.

Il presidente americano aveva chiesto che le nazioni che partecipano alla missione afghana offrissero maggiori libertà d’impiego per i loro soldati.

“Combattenti taleban e di al-Qaida, trafficanti di droga, criminali e signori della guerra rimangono attivi e determinati a distruggere la democrazia in Afghanistan – ha detto Bush -. Per sconfiggerli è necessario il pieno impegno della nostra alleanza. Affinché la Nato riesca, i comandanti sul terreno devono poter disporre delle risorse e della flessibilità necessarie”.

Nella parte meridionale dell’Afghanistan i ranghi non sono completi: mancherebbero un 20% dei militari previsti dai piani.

Il summit dell’Alleanza Atlantica si concluderà oggi. Non verrà, come invece si era vociferato, il capo del Cremlino Vladimir Putin – che avrebbe partecipato a una cena in onore del presidente francese Jacques Chirac, che compie 74 anni.

Il primo vertice della Nato in un paese dell’ex Unione Sovietica, non era forse l’occasione migliore per una visita del presidente russo.