ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: gli sciiti radicali si sospendono dal governo

Lettura in corso:

Iraq: gli sciiti radicali si sospendono dal governo

Dimensioni di testo Aa Aa

In Iraq gli sciiti radicali, che fanno capo al leader Moqtada al Sadr, sospendono la proria partecipazione al governo e al parlamento in protesta contro l’incontro in Giordania tra il premier al Maliki e il presidente americano George Bush. Moqtada al Sadr ha ricordato che gli iracheni subiscono l’occupazione americana e non vedono l’ora che finisca. Il movimento di al Sadr conta 30 parlamentari e cinque ministri. Sotto la sua autoità c‘è anche l’esercito del Mahdi, milizia accusata di attacchi contro la comunità sunnita e le forze della coalizione.

L’esercito del Mahdi, in queste immagini in una parata di ieri in memoria del padre di al Sadr, aveva ingaggiato a più riprese una guerra aperta con gli americani nel 2004. Contro lo stesso al Sadr era stato spiccato un mandato di arresto, finito nella spazzatura dopo che questi annunciò il suo impegno politico in sostegno del governo.