ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oggi la delicata visita papale in Turchia

Lettura in corso:

Oggi la delicata visita papale in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Papa arriva oggi in Turchia. Alla fine il capo del governo Recep Tayyp Erdogan ha deciso che lo andrà ad accogliere all’aeroporto, anche se non lo aspetterà sotto la scaletta dell’aereo. Una cortesia che il Pontefice comunque ricambierà visitando la Moschea Blu di Istanbul, meta inizialmente non programmata.

Le autorità hanno previsto misure di sicurezza ancora più imponenti di quelle riservate in passato al presidente americano Bush, consce che qualsiasi incidente potrebbe nuocere gravemente all’immagine del Paese impegnato nei negoziati di adesione all’Unione Europea.

Le manifestazioni di ostilità nei confronti del capo della Chiesa cattolica rimangono contenute. Ieri un centinaio di donne sono scese in piazza esibendo una petizione che conterrebbe un milione di firme, tante quanti dovevano essere i dimostranti domenica scorsa, quando invece a protestare si presentarono solo 15.000 turchi.

Come se non bastassero gli aspetti delicati, tramite il suo avvocato ieri si è fatto vivo anche Ali Agca, che sta scontando in patria una vecchia pena. L’attentatore alla vita di Giovanni Paolo II ha chiesto un giorno di libertà per la visita di Papa Ratzinger. “Per discutere con lui di teologia”, ha detto. Con ogni probabilità non sarà accontentato.