ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Nato a Riga con la grana Afghanistan

Lettura in corso:

La Nato a Riga con la grana Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Una nuova strategia per l’Afghanistan. É l’argomento al centro del vertice della Nato che si è aperto oggi a Riga, in Lettonia. I 26 membri dell’Alleanza Atlantica cercano una via comune per affrontare il drammatico ritorno della violenza talebana. Ma hanno opinioni diverse. Stati Uniti, Gran Bretagna e Canada propongono una presenza militare piú strutturata anche nel sud del paese. Germania, Spagna, Francia e Italia sono contrarie.

Il segretario generale della NATO Jaap de Hoop Sheffer dovrà mediare tra queste due spinte e porre, per la prima volta, all’attenzione dei paesi membri, anche un’ipotesi di exit strategy, un ritiro delle truppe, previsto, forse, a partire dal 2008. Prima di raggiungere Riga il presidente americano George Bush ha fatto tappa nella confinante Estonia. A Tallin, l’unica capitale baltica nella quale non era mai stato, ha incontrato il presidente estone Toomas Hendrik Ilves.

In Russia questo summit organizzato alle porte di casa, in un paese, la Lettonia, che faceva parte dell’ex Unione Sovietica, è visto con qualche sospetto e con un certo fastidio. Dove fino al 1990 si muovevano minacciosi i carri armati sovietici, la Nato cerca nuove soluzioni per esportare la pace.