ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A rischio i negoziati tra UE-Turchia, dopo il fallimento dei negoziati su Cipro

Lettura in corso:

A rischio i negoziati tra UE-Turchia, dopo il fallimento dei negoziati su Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

Fumata nera. Le trattative tra Unione europea e Turchia sono fallite, si sono arenate sulla questione cipriota. La presidenza finlandese non è riuscita a convincere la Turchia ad aprire i propri porti al traffico greco-cipriota. Un embargo che viola gli accordi doganali del 2005 e che rischia di far sospendere i negoziati per l’adesione di Ankara all’Europa.

A Tampere dove era per una riunione euro-mediterranea, il ministro degli esteri turco Gül ha dichiarato: “Il problema tra la Turchia e Cipro è politico. E’ problema politico e non piú tecnico. E’ un problema politico che cade sotto l’ombrello Onu. La presidenza finlandese ha fatto il possibile e apprezziamo gli sforzi. Gül ha inoltre accusato Cipro di tenere in ostaggio l’Unione europea.

Ora la Turchia ha tempo fino al 6 dicembre per cambiare idea e consentire il commercio con i greco-ciprioti. Poi spetterà ai ministri degli esteri decidere sul dialogo con Ankara.
La prossima riunione è in programma l’11 dicembre.

“Ci saranno conseguenze.- ha dichiarato il responsabile delle diplomazia finlandese, Erkki Tuomioja. Dobbiamo discuterne e preparare una proposta per il consiglio dei ministri a dicembre. E’ chiaro che non si puo’ continuare come se nulla fosse….anche se la Turchia rimane un paese candidato”. Cipro chiede un posizione ferma e reclama la sospensione totale dei negoziati, la Gran Bretagna, storica sostenitrice della Turchia, è favorevole ad una sospensione parziale limitata alle questioni doganali.