ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, ieri 160 morti. Decretato coprifuoco a tempo indeterminato. Appello del premier all'unità

Lettura in corso:

Iraq, ieri 160 morti. Decretato coprifuoco a tempo indeterminato. Appello del premier all'unità

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ di 160 morti il bilancio degli attacchi in serie messi a segno nel pomeriggio di ieri a Baghdad, in quello che è il giorno più sanguinoso dalla occupazione militare. Teatro degli attentati il quartiere a maggioranza sciita di Sadr City, roccaforte del leader religioso radicale Moqtada al Sadr. Circa 260 i feriti. Sei auto-bomba, imbottite di almeno 600 kg. di tritolo, sono esplose in sequenza, mentre un kamikaze e’ stato bloccato prima che potesse far esplodere un settimo veicolo.

Il picco di violenza ha provocato la reazione del primo ministro del governo di Baghdad, Nuri al-Maliki, che parlando in tv ha fatto appello all’unità delle forze politiche e delle istituzioni per la fine delle violenze. Nonostante ciò il clima in Iraq è quello di una guerra civile, che giorno dopo giorno lascia sul campo centinaia di vittime.

Radicali le misure adottate dalle autorità, che hanno proclamato un coprifuoco permanente nella capitale e chiuso al traffico i principali porti e aeroporti.