ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia sdrammatizza il braccio di ferro sulla carne polacca

Lettura in corso:

La Russia sdrammatizza il braccio di ferro sulla carne polacca

Dimensioni di testo Aa Aa

Mosca minimizza l’eventuale rinvio dei negoziati sul rinnovo dell’accordo di partenariato con l’Unione europea, bloccato per il momento dal veto della Polonia. Tuttavia mercoledí, a 48 ore dal vertice bilaterale, gli ambasciatori dei venticinque sembrano vicini ad una soluzione.

Dalla capitale russa, Sergue Yastrzhembski, il rappresentante speciale del presidente Putin per le relazioni con l’Europa, ha dichiarato: “La palla è nel campo degli europei, spetta a loro reagire. Secondo me è un peccato che la Polonia si opponga per un problema di esportazioni di carne che non è nemmeno polacca, ma in transito”

La settimana scorsa la Polonia ha detto no all’apertura dei negoziati con la Russia sul rinnovo dell’accordo di cooperazione, se prima non sarà eliminato l’embargo russo sulla carne polacca. Mosca minaccia inoltre di estendere il blocco a tutti i prodotti di orgine animale dopo l’adesione di Bulgaria e Romania, per scarsa sicurezza alimentare.

“L’Unione europea non ha competenze dirette sulle questioni che riguardano le esportazioni verso paesi terzi, – spiega il portavoce dell’esecutivo europeo- ma la Commissione sottolinea l’importanza politica della vicenda nell’ambito delle nostre relazioni con la Russia” La presidenza finlandese presenterà un nuovo compromesso prima del vertice con la Russia di venerdí per evitare che slitti il nuovo accordo di partenariato sulle questioni energetiche.