ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Onu promuove un tribunale internazionale per il caso Hariri

Lettura in corso:

L'Onu promuove un tribunale internazionale per il caso Hariri

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà una corte internazionale a giudicare i presunti assassini dell’ex premier libanese Rafic Hariri. Il via libera dell’Onu è arrivato subito dopo l’ultimo omicidio. “Il Consiglio di sicurezza condanna inequivocabilmente l’assassinio a Beirut, il 21 novembre 2006, del ministro dell’industria Pierre Gemayel, un patriota che simboleggiava la libertà e l’indipendenza politica del Libano”, ha detto l’amsciatore del Perù.

L’apertura del Tribunale speciale internazionale non appare tuttavia né facile né indolore. Il trattato istitutivo dovrà essere ratificato dal parlamento del Libano e controfirmato dal presidente. Già l’approvazione della bozza di progetto, il 13 novembre scorso, aveva spaccato il governo di Beirut. Sei ministri filosiriani erano assenti e il capo dello Stato avevo definito illegittimo quel voto.

L’ex primo ministro Rafic Hariri è stato assassinato nel febbraio dello scorso anno da un’autobomba che ha ucciso anche altre 22 persone. I risultati preliminari dell’inchiesta puntano alla Siria, Damasco nega ogni responsabilità.