ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riprese le relazioni diplomatiche fra Siria e Iraq

Lettura in corso:

Riprese le relazioni diplomatiche fra Siria e Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 25 anni di silenzio e ostilità, Siria e Iraq ristabiliscono le relazioni diplomatiche. A Baghdad, il ministro degli esteri iracheno Hoshiyar Zebari e il suo omologo di Damasco Walid al Mualem hanno firmato gli accordi davanti alla stampa. Nel 1980, all’inizio della guerra contro l’Iran, il regime di Saddam Hussein aveva rotto i rapporti con la Siria, accusando Damasco di essere dalla parte di Teheran. Oggi questo riavvicinamento coincide con i più o meno larvati inviti angloamericani alla Siria, ma anche all’Iran, di implicarsi maggiormente nella risoluzione della crisi irachena, smettendo di foraggiare i vari clan in lotta.

Dopo i colloqui a Baghdad fra il premier iracheno Al MAliki e il ministro dell’energia iraniano Fattah, il presidente iracheno Talabani è atteso nel fine settimana a Teheran. Anche i presidente siriano Assad è stato invitato. Mentre le violenze in Iraq continuano, se questo vertice a tre si tenesse, si tratterebbe di un grande successo per la diplomazia iraniana che lavora per imporsi come la vera e l’unica potenza regionale. Il ministero degli esteri iracheno ha smentito la prospettiva di un incontro a tre. Ma sorprese dell’ultimo minuto non sono da escludere.