ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mercati finanziari, le mosse di Nyse e Nasdaq infiammano i giochi delle alleanze in Europa

Lettura in corso:

Mercati finanziari, le mosse di Nyse e Nasdaq infiammano i giochi delle alleanze in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Un campo di battaglia come Plaza de Toros. Così appaiono i mercati finanziari europei, dopo che il Nasdaq ha rilanciato lunedì mattina l’Opa ostile sulla borsa britannica. E anche se Londra ha risposto ancora una volta “no” al gestore del listino tecnologico di New York, i giochi di alleanza si sono di nuovo infiammati.

Finito il tempo in cui le borse nazionali erano padrone degli scambi nel loro Paese, il panorama dei mercati è destinato a cambiare nel segno del consolidamento. Primo mercato europeo è Londra. L’Lse ha una capitalizzazione di 2.700 miliardi di euro. Seconda è la borsa pan-europea Euronext, con 2.650 miliardi. Terza Deutsche Boerse, con 1.126 miliardi. Seguono Madrid, Zurigo, Milano e le borse dei paesi nordici.

Due gli attori protagonisti della scena attuale. Il Nyse di Wall Street, che si appresta a unirsi in matrimonio con Euronext, e l’LSe, che resiste all’assalto del Nasdaq che ha rilanciato l’offerta ostile alzandola a 4,2 miliardi di euro. Grande esclusa dai giochi delle alleanze finora è Deutsche Boerse, che dopo il rifiuto di Euronext per non rimanere isolata ha rivolto le sue mire sulla borsa spagnola. Ma si deve muovere anche Borsa Italiana, che se non attuerà l’attesa quotazione a Piazza Affari rischia di rimanere indietro e di non avere un prezzo di mercato a cui potersi vendere in caso di fusione.