ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sostituiti i vertici dei servizi segreti italiani

Lettura in corso:

Sostituiti i vertici dei servizi segreti italiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Una “naturale rotazione nelle cariche” così il presidente del consiglio italiano Romano Prodi ha definito il terremoto al vertice dei servizi segreti italiani: i capi di SISMI, SISDE e della struttura di coordimanento CESIS sono stati rimpiazzati. Fra loro, il generale Nicolò Pollari, sostituito dall’ammiraglio Bruno Branciforte alla guida del SISMI, era da tempo al centro delle polemiche per lo scandalo dei giornalisti sospettati di essere sul libro paga del servizio segreto militare e per il presunto coinvolgimento nel rapimento dell’imam di Milano Abu Omar.

Per i giudici del capoluogo lombardo, Pollari sarebbe stato a conoscenza del sequestro compiuto segretamente dalla CIA nel febbraio del 2003 a Milano, in circostanze, secondo i magistrati, che prefigurano la totale violazione della sovranità nazionale. Sospettato di terrorismo internazionale, Abu Omar sarebbe stato portato alla base militare americana di Aviano. Da qui trasferito in Germania e in seguito in Egitto, dove avrebbe subito torture. Il processo Omar, se istruito, potrebbe essere il primo sui trasferimenti segreti di prigionieri compiuti dalla CIA in Europa nell’ambito della guerra globale contro il terrorismo.