ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E' iniziato il braccio di ferro sulle quote pesca

Lettura in corso:

E' iniziato il braccio di ferro sulle quote pesca

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione europea ha presentato una drastica riforma per proteggere le acque profonde, per i fondali cioé da 400 a 2000 metri. L’ecosistema di queste zone è molto delicato secondo Bruxelles. L’esecutivo ha proposto di ridurre del 33% le quote autorizzate all’anno, per il 2007 e il 2008.

In risposta, alcuni stati membri tra cui la Francia e la Spagna, i paesi che pescano di piú nelle acque profonde, si sono detti disponibili a ridurre solo del 15% all’anno le quote. Martedí invece sarà discussa la politica della Commissione per la pesca nel Mediterraneo. Le trattative sono già iniziate bilateralmente con i paesi piú interessati.

Per proteggere le specie piú minacciate come la sogliola, il merluzzo e la triglia, la Commissione propone di aumentare le dimensioni delle maglie delle reti per non catturare i pesci troppo piccoli. Bruxelles suggerisce inoltre di creare zone protette in modo permanente o temporaneo per la riproduzione. Tra le proposte piú contestate che riguardano il Tirreno c‘è quella sulla distanza dalla costa per la pesca a strascico. Per l’Italia, l’importante non è la distanza ma la profondità da rispettare, attualmente di 50 metri.