ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primi scontri tra no global e polizia a margine del vertice G20 di Melbourne

Lettura in corso:

Primi scontri tra no global e polizia a margine del vertice G20 di Melbourne

Dimensioni di testo Aa Aa

Non erano più di tremila, molti di meno dei diecimila annunciati alla vigilia, ma si sono fatti sentire lo stesso, i no global che hanno protestato oggi a Melbourne, in Australia, a margine del vertice G20 che raggruppa ministri delle finanze e governatori di banche centrali. Cariche della polizia, contro cariche dei manifestanti, veicoli danneggiati e lanci di uova contro gli agenti hanno segnato i momenti di maggior tensione.

Il centro di Melbourne è rimasto in larga parte paralizzato per impedire l’accesso all’hotel Hyatt, dove si sono svolti i lavori.
Partecipano al vertice i personaggi più potenti del mondo finanziario: dal presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, al governatore della banca popolare della Cina.

All’ordine del giorno, la sicurezza delle fonti di energia, le misure per contenere il riscaldamento del pianeta, gli aiuti ai paesi poveri e la politica monetaria globale. Il G20 include i paesi del G8, ma anche le nuove superpotenze asiatiche come la Cina. Insieme, rappresentano il 90% delle economie mondiali.

Un bersaglio ambito per i no global, che, ad accezione di alcune frange estreme, hanno manifestato pacificamente, chiedendo il ritiro delle truppe dall’ Iraq.