ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maxisequestro a Baghdad: rapite 100 persone all'interno del ministero dell'Istruzione

Lettura in corso:

Maxisequestro a Baghdad: rapite 100 persone all'interno del ministero dell'Istruzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Megasequestro di persona stamani nei locali del ministero dell’Istruzione a Baghdad. Un centinaio le persone rapite da un commando di uomini armati e con indosso l’uniforme della Polizia. Tra i sequestrati, funzionari, semplici visitatori, ma anche le guardie, che dopo aver opposto resistenza sono state sopraffatte.

Le donne, stando a alcuni testimoni, sono state rinchiuse in una stanza. Due giorni fa lo stesso ministro Abed Diab al Agily, che e’ sunnita, aveva avuto una riunione con i colleghi degli Interni e della Difesa, cui chiedeva maggiore protezione per il suo ministero e i suoi dipendenti.

I rapimenti collettivi non sono un fenomeno nuovo per l’Iraq, la comunità sunnita ritiene responsabili squadroni sciiti che agirebbero all’ombra delle forze di sicurezza. Ma il bilancio delle violenze in Iraq oggi non finisce qui. A Ramadi, un raid americano contro milizie sciite ha fatto almeno 30 morti e decine di feriti. L’operazione è inizata ieri sera e ha avuto una seconda fase questa mattina. Le forze Usa hanno fatto uso di caccia e di carri armati.

È di sei morti e 13 feriti invece l’esito dell’attacco statunitense sferrato contro miliziani dell’esercito del Mahdi. L’operazione è stata condotta nel quartiere Shoula di Baghdad e ha visto intervenire anche elicotteri che hanno aperto il fuoco su diverse postazioni di miliziani. Dieci persone sono state ucise da un’autobomba sempre nella capitale, 11 civili sono rimasti vittime degli attacchi dei ribelli a Mossul.