ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ossezia del Sud: grande affluenza alle urne per presidenziali e referendum sull'indipendenza

Lettura in corso:

Ossezia del Sud: grande affluenza alle urne per presidenziali e referendum sull'indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Alta partecipazione, in Ossezia del Sud, alle elezioni presidenziali e al referendum sull’indipendenza della regione dalla Georgia. Eduàrd Kokoity, presidente in carica e favorito per la rielezione, ha detto: “Tendiamo la mano sia alla Russia che all’Europa”. Sono 55 mila gli aventi diritto al voto su una popolazione di 70 mila persone. L’Ossezia del Sud si è già autoproclamata repubblica indipendente dalla Georgia, con un referendum, nel 1992, dopo due anni di guerra civile. Ma l’esito della consultazione non è stato riconosciuto a livello internazionale.

Ufficialmente neppure dalla Russia, che pure ha sostenuto le rivendicazioni separatiste dell’Ossezia del Sud. Il governo di Tiblisi invece guarda con sospetto al voto e non ha alcuna intenzione di accettere le spinte secessioniste della regione.

Il primo ministro georgiano Yurab Nugaideli:
“Dobbiamo prima di tutto smilitarizzare quest’area, creare fiducia tra le parti, stabilire legalità e ordine, ricreare le infrastutture e i posti di lavoro. Solo così saremo in grado di rinegoziare lo status della regione”.

I risultati ufficali della consultazione popolare arriveranno solo nella mattinata di lunedì anche se appare agli occhi di tutti scontata la vittoria del sì e la riaffermazione dell’indipendenza dell’Ossezia del sud dalla Georgia.