ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni amministrative in Polonia: l'esito non sembra destinato a sconvolgere gli equilibri

Lettura in corso:

Elezioni amministrative in Polonia: l'esito non sembra destinato a sconvolgere gli equilibri

Dimensioni di testo Aa Aa

Bicchiere politico mezzo pieno o mezzo vuoto, a seconda della prospettiva, dopo le elezioni amministrative in Polonia. Un voto test a un anno dall’arrivo al potere della destra dei gemelli Kaczynsky, presidente e primo ministro. In attesa dei risultati definitivi, annunciati per il 15 novembre, il partito dei Kaczynsky “Diritto e giustizia” appare in svantaggio nelle principali città. In particolare, a Varsavia, dove il candidato sindaco del PiS ha ottenuto un po’ meno del previsto e dovrebbe andare al ballottaggio con l’esponente di “Piattaforma civica”, l’opposizione liberale guidata da Donald Dusk.

I sostenitori di Dusk cantano dunque vittoria, ma, considerando il fatto che nelle zone rurali “Diritto e giustizia” sembra tenere, non ci dovrebbe essere un’alterazione sostanziale del panorama politico.

Se il partito al potere ha perso una parte dei propri sostenitori nelle aree urbane, secondo molti analisti, l’opposizione non è ancora abbastanza forte da costituire una seria minaccia per il governo centrale, malgrado la turbolenza della coalizione.

Il secondo turno, laddove necessario, è fissato per il 26 novembre.