ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Kyrgyzstan: al vaglio una nuova Costituzione.


mondo

Kyrgyzstan: al vaglio una nuova Costituzione.

Una nuova Costituzione che limiti i poteri del Presidente Bakiev. Ci sta lavorando in Kyrgyzstan l’opposizione che ha appena creato per questo una Assemblea costituente, dando corpo alle proteste della piazza che ha chiesto le dimissioni del Presidente. Bakiev, d’altro canto, ha già ceduto su due punti: ha licenziato il ministro dell’Interno e ha concesso all’opposizione uno spazio nella tivù nazionale.

Uno dei rappresentanti dell’opposizione in parlamento, Melis Shinkanov, promette che nel giro di due giorni il Kyrgyzstan sarà un paese diverso, un paese senza Bakiev. “La vittoria sarà nostra!” grida.

Salito al potere nel 2005 con la Rivoluzione dei tulipani in questa che è una repubblica ex sovietica, Bakiev è accusato di corruzione. E a causa delle tensioni in atto ieri non si è neppure presentato al parlamento per proporre le sue modifiche alla costituzione, come inizialmente previsto.

Le proteste in Kyrgyzstan si susseguono da giovedì. E anche se la partecipazione è in calo, diverse centinaia di persone anche durante la notte rimangono accampate poco lontano dalla piazza centrale di Bishkek.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Elezioni presidenziali in Tajikistan