ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kirghizistan: primi scontri violenti

Lettura in corso:

Kirghizistan: primi scontri violenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Primi scontri violenti a Bishkek, la capitale del Kirghizistan, da una settimana teatro di proteste, finora pacifiche. Per la prima volta, questo martedì i sostenitori del presidente sono scesi nelle strade e hanno affrontato l’opposizione. La polizia ha cercato di dividere i due gruppi. Centinaia gli agenti dispiegati: hanno circondato i sostenitori del presidente raccolti davanti al parlamento e respinto a colpi di lacrimogeni gli altri manifestanti, verso la piazza centrale, cuore della protesta.

L’opposizione, in questa repubblca ex sovietica, situata strategicamente nell’Asia centrale, accusa il presidente, di avere fomentato i disordini. Almeno 6 persone, ferite negli scontri, sono state ricoverate in ospedale. Altre hanno trovato rifugio nelle tende dove da giorni i manifestanti sono accampati per protesta.

L’opposizione chiede le dimissioni di Bakiev, e una nuova costituzione, che ditribuisca più equamente i poteri tra capo dello stato e parlamento.