ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza sotto assedio per il terzo giorno. Israele spara su un corteo di donne-scudo

Lettura in corso:

Gaza sotto assedio per il terzo giorno. Israele spara su un corteo di donne-scudo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’offensiva israeliana a Gaza ha fatto segnare il peggior record da quando l’esercito dello Stato ebraico s‘è ritirato dalla Striscia nel 2005. Nella giornata di venerdì circa venti palestinesi sono rimasti uccisi. Più della metà erano civili. Un raid aereo contro un auto nel Nord della Striscia ha fatto 2 morti. Sarebbero stati militanti delle Brigate dei Martiri di al Aqsa. “Il mio appello è semplice” ha detto il responsabile dell’Agenzia dell’Onu per i rifugiati palestinesi. “Le parti devono trovare una via alternativa alla violenza. La popolazione civile sta pagando con la vita il fallimento della politica”.

Le sequenze più drammatiche venerdì in mattinata, quando i militari israeliani hanno sparato su un gruppo di una cinquantina di donne a Beit Hanoun. Le donne avrebbero risposto ad un appello radio a dirigersi verso una moschea in cui si nascondevano dei miliziani palestinesi. Secondo fonti israeliane sarebbero state usate come scudi umani. Le vittime sono state 2, una morta sul colpo. Una quindicina le persone ferite. Il Presidente dell’Autorità Palestinese Mahmud Abbas ha lanciato un appello affinchè intervenga la comunità internazionale.