ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messico: ancora feriti a Oaxaca negli scontri fra protestanti e polizia federale

Lettura in corso:

Messico: ancora feriti a Oaxaca negli scontri fra protestanti e polizia federale

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre giorni di calma relativa. Poi la ribellione di Oaxaca, in Messico, ritorna alla fase acuta. Le forze della polizia inviate dal Presidente Vicente Fox costrette a indietreggiare. 21 feriti: 7 poliziotti, 12 manifestanti, 2 giornalisti. Uno scenario da guerriglia urbana durato 6 ore. Gas lacrimogeni e cannoni ad acqua da una parte, sassaiole e cocktail molotov dall’altra.

I disordini si sono concentrati attorno all’Università Autonoma Benito Juarez. Oaxaca, capitale dell’omonimo stato, nel Sud del Messico, è in rivolta da maggio quando 70.000 insegnanti sono scesi in piazza per chiedere aumenti salariali. Una protesta che si è allargata e ha coinvolto l’Assemblea del Popolo (Appo) della città, trasformandosi in rivolta e richiesta di dimissioni del governatore Ulises Ruiz. Lo scorso fine settimana gli scontri sono costati la vita a 3 persone, fra cui un giornalista statunitense.