ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Continuano le proteste in Kirghizistan, con una marcia fino alla tv di stato

Lettura in corso:

Continuano le proteste in Kirghizistan, con una marcia fino alla tv di stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Seconda giornata di mobilitazione, in Kirghizistan, contro il presidente Kurmanbek Bakiev. Un corteo di circa 500 persone ha percorso il centro congestionato della capitale Bishkek, marciando fino alla sede della televisione di stato. I manifestanti hanno poi fatto ritorno alla piazza del parlamento e le trasmissioni, interrotte per alcuni minuti, sono riprese regolarmente.

Un portavoce dell’opposizione spiega che è stato raggiunto un accordo con il governo per uno spazio gratuito di mezz’ora al giorno sull’emittente nazionale. I manifestanti potranno così spiegare le ragioni della mobilitazione. La piazza, guidata dai leader socialdemocratici, chiede le dimissioni di Bakiev, che, da quando è stato eletto, nel marzo 2005, non ha intrapreso la via delle riforme. A scatenare la protesta, la mancata presentazione al parlamento di un nuovo testo costituzionale, che dovrebbe ridurre i poteri del presidente.