ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush tenta in extremis di evitare la vittoria dei Democratici

Lettura in corso:

Bush tenta in extremis di evitare la vittoria dei Democratici

Dimensioni di testo Aa Aa

Scatto finale per George Bush in vista delle elezioni di metà mandato. Per evitare che i prossimi due anni siano i più difficili della sua carriera da presidente, il capo della Casa Bianca ha cominciato una serie di blitz che lo porteranno in 10 stati entro il voto di martedì. I Democratici sembrano infatti in vantaggio, ma Bush non dispera: “Finirà come nel novembre del 2004. Alcuni di loro avevano già prenotato gli uffici ma i traslocatori non hanno mai ricevuto la telefonata. E lo stesso succederà il 7 novembre: vinceremo al Senato e vinceremo alla Camera”.

A spingere i Repubblicani verso l’astensione o il voto democratico sarebbe soprattutto la situazione irachena. Il mese di ottobre è stato uno dei più sanguinosi dall’inizio della guerra: 104 statunitensi morti. Senza contare che in patria 20.000 soldati sono attualmente in cura per le ferite riportate in Iraq.

Martedì si vota per il rinnovo di un terzo dei senatori e dell’intera Camera dei rappresentati. Lì i Democratici vedono la vittoria a portata di mano: 15 deputati in più e Bush si ritroverà senza maggioranza.