ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A rischio le riserve mondiali di pesce: potrebbero sparire nell'arco di 50 anni

Lettura in corso:

A rischio le riserve mondiali di pesce: potrebbero sparire nell'arco di 50 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra quaranta o cinquant’anni il pesce potrebbe sparire dalle nostre tavole o provenire soltanto dagli allevamenti. Le scorte si stanno esaurendo. E’ quanto rivela la rivista Science precisando che la biodiversità marina sta crollando vertiginosamente.

Da uno studio su dati raccolti nell’arco degli ultimi cento anni, è emerso che la pesca commerciale sta riducendo la biodiversità marina. Nel 2050, se si continueranno a sfruttare le risorse con i ritmi e le modalità odierne, la quantitä di pesce diminuirà del 90%.

Gli scienziati sono allarmati. Boris Worm ha condotto la ricerca per l’università cancadese di Dalhousie: “Si intravede la fine. Questa tendenza, che è ormai ben avviata, porta alla fine delle scorte di pesce. Sarà quacosa che vivrà direttamente la nostra generazione se non faremo qualcosa”.

I ricercatori hanno messo in relazione le quantità di pescato con la diminuzione della biodiversità e hanno scoperto che dal ’94 ad oggi la quantità di pescato è diminuta del 13%. Come reagire? Ancora Boris Worm: “Se gli ecosistemi verranno protetti a sufficienza, si potrebbe invertire il trend e quindi ristabilire la produttività, a vantaggio anche dell’economia”. La soluzione non è solo la limitazione della pesca intensiva, ma anche un maggiore controlo dell’inquinamento. Per salvare la fauna ittica sarà poi necessario, secondo gli esperti, creare una rete di riserve marine.