ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione di nuovo al massimo nelle periferie francesi

Lettura in corso:

Tensione di nuovo al massimo nelle periferie francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

L’anniversario dei fatti di Clichy sur Bois cade in un momento in cui la tensione è di nuovo alle stelle, nelle periferie delle grandi città francesi. L’ultimo episodio di cronaca è stato giovedì sera a Montfermeil, vicino Parigi, dove un poliziotto è stato ferito da una sassaiola scattata quando l’agente stava intervenendo sull’incendio di un’autovettura. Sempre giovedì, il ministro dell’interno Nicolas Sarkozy è intervenuto pubblicamente.

“Mobilitiamo tutte le forze disponibili – ha detto – per garantire la sicurezza di chi utilizza i trasporti pubblici. I responsabili di atti di violenza saranno arrestati e deferiti all’autorità giudiziaria”. La tensione scoppiata a un anno di distanza dalle violenze nelle banlieues che durarono tre settimane, è oggetto di discussione nei quartieri popolari delle periferie francesi.

Jamal Ait Tagadrit è membro dell’associazione Agire contro la discriminazione: “Certo che c’erano dei problemi prima e che ce ne sono adesso. Oggi parliamo di tante cose, chiediamo il parere di sociologi e psichiatri. Basta, smettiamola: è la società che è malata, malata di discriminazione”. Gli incidenti più gravi si sono avuti nella notte tra mercoledì e giovedì, quando 4 autobus sono stati dati alle fiamme nelle periferie di Parigi e Lione.