ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le periferie francesi tornano a infiammarsi un anno dopo la rivolta delle banlieu

Lettura in corso:

Le periferie francesi tornano a infiammarsi un anno dopo la rivolta delle banlieu

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre autobus sono stati incendiati nella nottata di ieri in Francia e contro un quarto è stata lanciata una molotov. Il fatto più grave c‘è stato a Bagnolet, a est di Parigi, dove una decina di uomini con passamontagna in testa, cinque dei quali armati, hanno attaccato un pullman prima di far scendere conducente e passeggeri e di dargli fuoco.

Il primo ministro francese Dominique de Villepin ha promesso il pugno di ferro dello Stato contro questo tipo di violenze: “I fatti degli ultimi giorni in alcuni quartieri esigono una risposta immediata. Ci saranno degli arresti e delle sanzioni esemplari. Rifiutamo di accettare che nel nostro paese ci siano zone d’illegalità e di impunità. Vogliamo invece che dappertutto valgano le stesse regole e le stesse opportunità”.

Dopo gli incidenti alcune linee del trasporto pubblico in questi quartieri sono state soppresse. “Quello che sta succedendo – spiega un conducente di autobus – è che i giovani bruciano gli autobus per commemorare i fatti di un anno fa”. L’anno scorso la rivolta durata tre settimane era scoppiata dopo la morte di due giovani che si erano rifugiati in un trasformatore elettrico perché inseguiti dalla polizia.