ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush promette un cambio di strategia per vincere in Iraq

Lettura in corso:

Bush promette un cambio di strategia per vincere in Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

La parola d’ordine è rassicurare gli americani sulla vittoria in Iraq. A dispetto delle perdite umane (93 militari uccisi nell’ultimo mese) e del crescente dissenso interno sulla guerra. A due settimane dalle elezioni di metà mandato che potrebbero regalare una delle camere del Congresso ai democratici, George Bush promette un cambiamento di strategia, ma ribadisce che gli Stati Uniti non fuggiranno dall’Iraq.

“Chiediamo ai dirigenti iracheni di prendere decisioni coraggiose per salvare il loro paese – ha detto il presidente – La nostra pazienza non è illimitata, ma capiamo le difficoltà che si parano davanti al governo iracheno e quindi non eserciteremo maggiore pressione di quella che è in grado di sostenere”.

Pochi gli elementi di novità emersi dalla conferenza stampa, nella East room della Casa Bianca. Washington ha circa 140mila soldati in Iraq. Un numero che Bush non esclude di aumentare, se lo richiedessero i generali sul campo, per mettere un freno all’escalation di violenza.