ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Risoluzione sull'Eta, domani il voto a Strasburgo

Lettura in corso:

Risoluzione sull'Eta, domani il voto a Strasburgo

Dimensioni di testo Aa Aa

Le divisione all’interno dell’emiciclo di Strasburgo permangono anche alla vigilia del voto della risoluzione sull’Eta. La risoluzione per sostenere il processo di pace nei Paesi baschi spagnoli, dopo il cessate il fuoco dei separatisti dell’Eta, sarà votata dal gruppo socialista e dai liberali, ma non dai popolari, che si sono allineati sulle posizioni del partito popolare spagnolo, contrario a portare a Strasburgo la questione basca.

Un errore per Graham Watson, presidente dei Liberali, che sostiene invece l’internazionalizzazione del dibattito. Condivide, spiega, le scelte del governo di Madrid. L’appoggio europeo, conclude, è servito per il processo di pace in Irlanda del Nord e sarà di utilità anche per quello spagnolo. Il partito popolare pretende le scuse di Batasuna, braccio politico del gruppo armato Eta, ai parenti delle vittime.

Come spiega l’eurodeputato Alain Lamassoure, il Ppe respinge la risoluzione, perché sarebbe un primo passo verso il riconoscimento dell’occupazione spagnola e francese dei Paesi Baschi”.

Il Ppe presenta una risoluzione alternativa che quasi sicuramente non sarà adottata, in cui si si giudicano contrarie alla dignità tutte le concessioni politiche a organizzazioni terroristiche in Spagna, e conclude dicendo che l’Eta non ha effettuato i cambiamenti richiesti.