ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Violenze a Budapest nell'anniversario della rivoluzione

Lettura in corso:

Violenze a Budapest nell'anniversario della rivoluzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Violenti scontri nelle strade di Budapest tra le frange estremiste dell’opposizione e la polizia, nel giorno del 50esimo anniversario della rivoluzione ungherese. Poco lontano dalla piazza del parlamento, fulcro delle cerimonie ufficiali, centinaia di membri dell’estrema destra hanno dato vita a disordini, come era già successo a settembre, nelle più gravi sommosse dalla fine del regime comunista nel paese.

La polizia ha risposto con il lancio di getti d’acqua, lacrimogeni e proiettili di gomma, ai manifestanti armati di pietre e bottiglie. Secondo alcune fonti ci sarebbero stati feriti. Nella mattinata, quando sono scoppiati i primi scontri, una decina di persone sono state arrestate.

In migliaia hanno partecipato invece alla manifestazione pacifica indetta dal principale partito dell’opposizione conservatrice Fidesz, che ha lanciato un appello a boicottare le cerimonie per l’anniversario. Da un mese il centro destra chiede le dimissioni del premier Ferenc Gyurcsany, da quando cioé è stata resa pubblica a settembre la registrazione di un discorso a porte chiuse del primo ministro.

Nel nastro, Gyurciany ammetteva di avere mentito sulla situazione economica del paese pur di vincere le elezioni.