ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, entro fine anno la sicurezza in metà Paese passerà sotto responsabilità irachena

Lettura in corso:

Iraq, entro fine anno la sicurezza in metà Paese passerà sotto responsabilità irachena

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iraq è pronto ad assumersi le proprie responsabilità ma le truppe straniere non devono abbandonare il Paese. È quanto ha detto a Londra il viceprimo ministro iracheno Barham Salih al premier britannico Tony Blair. Il numero due del governo iracheno ha spiegato che entro la fine dell’anno la sicurezza in metà delle province passerà sotto la completa responsabilità dell’esercito e della polizia irachene.

“Il governo iracheno vuole convincere la comunità internazionale della serietà delle sue intenzioni nell’assumersi le proprie responsabilità. Per questo abbiamo bisogno di mostrare i progressi realizzati sul terreno”.

La violenza innarestabile sta accrescendo la pressione sui governi di Londra e Washington. E l’opinione pubblica chiede un cambio di strategia.

Secondo quanto pubblicato oggi dalla stampa britannica Blair avrebbe dato dodici mesi alle autorità irachene per preparare il passaggio di consegne tra le truppe di Londra, posizionate principalmente nel sud, e quelle di Baghdad.

Il primo ministro britannico ha comunque negato di voler esercitare qualsiasi pressione sul governo iracheno.