ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni presidenziali in Bulgaria domenica

Lettura in corso:

Elezioni presidenziali in Bulgaria domenica

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bulgaria va alle urne domenica per scegliere il nuovo presidente, che condurrà il paese nell’Unione europea il primo gennaio 2007. Favorito, il presidente uscente Gheorghi Parvanov, ex leader del partito socialista, con al suo attivo proprio il successo dei negoziati d’adesione.

Al ballottaggio aspira il nazionalista Volen Siderov, che gioca sul voto di protesta dei delusi dalla transazione post comunista ed è apertamente ostile nei confronti delle minoranze turche e zigane. Rischia invece di uscire al primo turno, per la prima volta dall’89, il candidato di destra. Nedelcho Beronov, ex presidente della corte costituzionale, promette elezioni anticipate, in caso di vittoria.

La Bulgaria è una repubblica parlamentare e il capo dello stato ha per lo più poteri rappresentativi. 6 milioni e mezzo di persone sono chiamate a votare, ma secondo i sondaggi l’affluenza sarà bassa. Per questo, dicono gli analisti, sarà probabile un ricorso al ballottaggio. Con quasi 8 milioni di abitanti la Bulgaria, già membro della Nato, sarà il paese più povero dell’Unione europea. Bruxelles ha chiesto a Sofia soprattutto di combattere il crimine organizzato e la corruzione.