ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: scandalo Katsav, sempre piû probabili le sue dimissioni

Lettura in corso:

Israele: scandalo Katsav, sempre piû probabili le sue dimissioni

Dimensioni di testo Aa Aa

È apparso rilassato e sorridente Moshe Katsav, il presidente israeliano, nella sua prima apparizione pubblica dopo la notizia che il testo del suo atto d’accusa è in fase di redazione presso la magistratura. Rivolgendosi ai giornalisti, il Capo di Stato ha sottolineato, “Sorrido perché conosco la verità”.

Pesanti le accuse che da alcune settimane fanno pensare a un suo fine mandato anticipato: molestie sessuali nei confronti di alcune sue collaboratrici e stupro nei confronti di due donne. E si allunga così la lista dei candidati che potrebbero succedergli. Tra gli altri lo scrittore Elie Wiesel. Ma Wiesel, Nobel per la pace nel 1986, non è un cittadino israeliano, per potersi candidare dovrebbe immigrare in Israele.

Più semplice sembra la candidatura di Shimon Peres, attuale vicepremier. Che già nel 2000 si presentò, ma uscì sconfitto nello scrutinio segreto dei deputati della Knesset. Qualcuno ha menzionato anche l’ex presidente della Corte suprema Meir Shamgar e lo scrittore Amos Oz.