ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Clearstream: il ministro della difesa francese Alliot-Marie e l'ex premier francese Raffarin autorizzati a testimoniare

Lettura in corso:

Caso Clearstream: il ministro della difesa francese Alliot-Marie e l'ex premier francese Raffarin autorizzati a testimoniare

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministro della difesa francese Michèle Alliot-Marie testimonierà nel quadro dell’inchiesta Clearstream. A Parigi, il Consiglio dei ministri ha autorizzato l’audizione che la stessa Alliot-Marie voleva ad ogni costo. Non si sa ancora quando avrà luogo l’incontro coi giudici, che sentiranno anche, sempre in qualità di testimone, Jean-Pierre Raffarin, primo ministro all’epoca dei fatti. L’affaire trae origine da presunti conti occulti nella banca d’affari lussemburghese Clearstream. Una lista, che si è poi rivelata falsa, chiamava in causa diversi personaggi della vita politica francese, fra cui il compagno della responsabile della difesa.

Il corvo che avrebbe fatto pervenire le informazioni sarebbe stato individuato nella persona di Jean-Louis Gergorin, ex vice-presidente di EADS. Nel 2004 Gergorin avrebbe inviato al giudice Renaud van Ruymbeke, una presunta lista di nomi legati a conti occulti, insinuando che quei conti fossero serviti a nascondere tangenti ricevute, nel ’91, a margine di una vendita di fregate francesi a Taiwan.

Due nomi in codice, secondo il corvo, rinviavano all’attuale ministro degli interni francese Nicolas Sarkozy. Il caso politico è scoppiato perché Sarkozy sospetta l’attuale primo ministro, nonché compagno di partito, Dominique de Villepin di aver montato una faida contro di lui. In quel periodo Villepin era ministro dell’interno e avrebbe ordinato un’inchiesta all’ex generale dei servizi segreti Philippe Rondot, per verificare l’esattezza delle informazioni, tenendo però all’oscuro Sarkozy.

Il tacito sospetto è che queste informazioni potessero servire a screditare l’una o l’altra personalità dell’UMP, il partito di Chirac, all’approssimarsi delle elezioni presidenziali del 2007. Sarkozy è ufficialmente candidato alla candidatura per l’UMP, ma anche Villepin e Alliot-Marie non hanno ancora formalmente escluso di presentarsi.