ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, il presidente Katzav, accusato di stupro, rinuncia all'inaugurazione della Knesset

Lettura in corso:

Israele, il presidente Katzav, accusato di stupro, rinuncia all'inaugurazione della Knesset

Dimensioni di testo Aa Aa

Troppo alto il rischio di imbarazzanti contestazioni: per questo il presidente israeliano Moshe Katzav dopo averci riflettuto a fondo ha deciso di disertare la seduta inaugurale della Knesset. D’altra parte lo scandalo delle accuse di stupro che lo investe ha preso una brutta piega, dopo che la polizia, al termine delle indagini scaturite dalla denuncia di due ex collaboratrici del presidente, ha “raccomandato” al procuratore generale la sua incriminazione.

La decisione di cancellare la visita all’inaugurazione della sessione parlamentare è stata variamente commentata dai deputati.

“Sono contenta che, non venendo qui, ci abbia risparmiato una situazione imbarazzante”, dice Kolet Avital. “Dopo le accuse formali, d’altra parte, credo che il presidente farebbe bene a prendersi un po’ di vacanza”.

Tocca adesso al procuratore generale valutare le accuse e decidere se avviare un processo contro il capo dello stato, che, se venisse giudicato colpevole di stupro, rischia una condanna a 16 anni di prigione.

Katzav si dichiara vittima di “infami calunnie” e si dice certo che presto o tardi si chiarirà che si tratta di accuse infondate.