ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, c'è chi propone di dotarsi della bomba atomica per difendersi dalla Corea del Nord

Lettura in corso:

Giappone, c'è chi propone di dotarsi della bomba atomica per difendersi dalla Corea del Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Giappone potrà rivedere la propria posizione sul possesso di armi nucleari, attualmente vietato dalla Costituzione, in chiave dissuasiva di fronte a possibili attacchi. La bomba atomica entra di prepotenza nell’agenda del premier giapponese Shinzo Abe, all’indomani delle sanzioni decise dall’Onu nei confronti della Corea del Nord. Una prospettiva, quella evocata da diversi settori della politica nipponica, che appare come una conseguenza diretta dell’escalation nucleare innescata dagli esperimenti di Pyongyang.

Per molti dei cittadini giapponesi, i più esposti alle minacce del regime di Kim Jong Il, potrebbero essere sufficienti già le sanzioni.

“La Corea del Nord è stata richiamata all’ordine tante volte”, dice un pensionato, “che è necessario fare qualcosa. Io sono completamente daccordo”.

“Sono andati avanti e hanno fatto ciò che gli si chiedeva di non fare”, aggiunge questa abitante della capitale. “Devono prendersela con loro stessi per le sanzioni”.

Oltre i commenti a caldo, nessuna uscita ufficiale dal governo di Pyongyang. Solo il viceministro degli esteri russo, Alexiev, di ritorno dalla Corea del Nord, riferisce dell’intenzione delle autorità di studiare a fondo il testo della risoluzione approvata ieri e solo dopo comunicare le proprie intenzioni, che non escludono la possibilità di un ritorno al negoziato “a sei”.

Intanto a Seul, la capitale della Corea del Sud, i conservatori dei gruppi civici hanno manifestato bruciando bandiere del Nord e chiedendo agli Usa di non abbandonare l’opzione militare.